PARTNERSHIP SULL’ASSE MODENA-VENEZIA

Sull’asse Modena-Venezia nasce una partnership a ele­vato contenuto di innovazio­ne che darà nuovo sviluppo alla robotica del futuro.

AutomationWare, azien­da di Martellago (Vene­zia)specializzata nella realiz­zazione di soluzioni tecnolo­giche su misura nel campo della meccatronica avanza­ta, è entrata a far parte del Network Fornitori Accredita­ti di Crit ( Centro di Ricerca e Innovazione Tecnologica), innovation hub con sede a Vi­gnola che sviluppa progetti di ricerca, trasferimento di conoscenze tecnologiche e analisi di informazioni tecni­co-scientifiche peri principa­li player nazionali e interna­zionali. Dall’incontro tra que­ste due eccellenze high-tech si svilupperanno strumenti innovativi e soluzioni effica­ci per supportare le aziende manufatturiere nei processo di automazione ed efficienta­mento della produzione.

AutomationWare è leader nella produzione di attuatori elettrici e opera in vari settori (packaging, automotive, me­dicale, estrazione di risorse energetiche). L’azienda si sta affermando nella robotica grazie alle sue soluzioni inno­vati ve e modulari, interamente gestite su ROS (Robot Operating System), veloce­mente programmabili e ri­programmabili, si adattano facilmente ai layout di fabbri­ca esistenti. Per l’azienda ve­neziana l’ingresso nel net­work Crit significa entrare in contatto con altre realtà inno­vative italiane e usufruire dei servizi offerti dalla società modenese: l’accreditamento come fornitore d’eccellenza consente infatti di sviluppa­re sinergie con partner ad alta specializzazione e appro­fondire tematiche tecnologi­che specifiche, anche in for­ma collaborativa.

«Accogliamo con grande soddisfazione Automation­Ware all’interno della nostra rete di fornitori accreditati – dice Marco Baracchi, gene­ral manager di Crit – Questa nuova partnership con una nostro network»

realtà d’eccellenza permette­rà di accrescere ulteriormen­te le competenze presenti del nostro network in settori strategici per la competitivi­tà dell’industria manifatturiera, quali la robotica e la meccatronica».

AutomationWare è un’a­zienda relativamente giova­ne – dichiara Fabio Rossi, Ceo di AutomationWare – che però ha già saputo affer­marsi nel settore dell’auto­mazione industriale grazie al costante impegno in ricer­ca e sviluppo. Progettiamo, realizziamo e commercializ­ziamo soluzioni meccatroni­che ed evoluzioni robotiche in grado di anticipare le ten­denze del mercato».

La vignolese Crit è nata nel 2000 e, grazie a uno staff composto da ingegneri e laureati in materie tecniche, sup­porta le imprese nei processi di innovazione di processo e di prodotto, favorendo il tra­sferimento di conoscenze tec­nologiche tra le aziende so­cie, tra le quali figurano i no­mi principali dell’eccellenza tecnologica italiana (con par­ticolare riferimento all’Emi­lia-Romagna) e internazio­nale. Partendo dal confronto su temi di interesse condivi­so, Crit organizza scambi di esperienze e conoscenze da cui scaturiscono soluzioni tecniche, gestionali e orga­nizzative. I soci di Crit sono esclusivamente aziende, molte delle quali leader mon­diali nei rispettivi settori, tra mi Alstom, Beghelli, Datalo­gic, Ferrari Spa, System Cera­mics, Technogym, Sacmi e TetraPak. Crit partecipa a im­portanti circuiti nazionali e internazionali dell’innova­zione, tra cui EFFRA (Euro­pean Factories of che Future Research Association), SPI­RE (Sustainable Process lndustry through Resource and Energy Efficiency) e la Rete Alta Tecnologia dell’E­milia-Romagna.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Dear Applicant Automationware

Congratulations!

We are pleased to inform you that, following the expert evaluation and summarizing the final results of the agROBOfood Open Call Industrial Challenges, your Project Proposal “HyFlexyBot Flexible Robot “has been selected for funding.

“The proposal was presented with sufficient details. From the technical point of view, a standard application for packaging/palletizing in food industry is proposed using a new cobot based on the top of a mobile unit and integrated on ROS. The main novelty of the proposal is the easy reconfiguration and the cobot itself since it is unique on the market (25kg payload for collaborative robots). The business analysis was sufficiently presented, and the analysis was convincing. The socio-economic aspects were addressed as well. The team is well established and have the necessary expertise.

The proposal describes an autonomous mobile palletization system to be applied in food processing industry with special attention on non-contamination of food. The background is overall well explained. Impact and benefit are comprehensible. The system may be of additional interest, due to the current COVID-19 situation. Problems in the meet processing industry are named. The concept of providing an autonomous mobile platform plus a sophisticated robot arm appears as a good way of working in low structured environment.

The European Union has decided to grant a financial contribution for the implementation of agROBOfood through the Horizon 2020 Programme.